we know something

Non stavo così dalla morte di Mark Greene.

Non stavo così da quando Robbie ha lasciato i Take That.

Non stavo così da quando Sirius Black… ancora non riesco a dirlo.

La morte di Boromir mi aveva distrutta. La speranza si era riaccesa quando Sean Bean si era trasformato in Eddard Stark.

boromir stark

Oggi si è già detto di tutto su Jon Snow ma se noi italiani siamo un popolo di CT non vedo perché non dovremmo anche essere un popolo di sceneggiatori, critici e opinionisti.

La differenza tra Shonda e Martin c’è, ed è che Derek Shepherd è morto per davvero, Meredith ha staccato la spina, gli abbiamo fatto il funerale, sono passati dei mesi, è nata un’erede. Possiamo elaborare il lutto.

Con Jon invece non abbiamo alcuna certezza, l’abbiamo lasciato lì, né vivo né morto (anche se sembrerebbe più con Ygritte che con noi). Ipoteticamente ci sono ancora 300 giorni di speranza prima dell’inizio della sesta stagione di GoT e appena il Vecchio deciderà di uscire con il nuovo romanzo farà il boom delle vendite. Jon rischia la morte dal momento in cui è stato concepito, per questo il buon Eddard se l’è portato a Winterfell.

Per tutte e cinque le stagioni gli sceneggiatori maledetti del trono di spade hanno lanciato il sasso e nascosto la mano circa le incredibili verità nascoste attorno alla genealogia di Jon.

Eddard gli ha detto che gli avrebbe parlato di sua madre nel loro prossimo incontro. Morto.

Stannis gli ha proposto di prendersi il cognome degli Stark. Morto (?).

Aemon gli ha detto “kill the boy”. Morto.

L’estraneo capo lo ha guardato con bramosia e sfida. Morto da un po’.

Robb gli voleva bene anche se non era proprio proprio suo fratello. Morto.

Ygritte gli ricordava spesso che non sapeva una cippa. Morta.

Jon sembrava destinato a cavalcare uno dei tre draghi, a guidare un esercito di persone libere, ad ammazzare estranei con la forza del sangue Targaryen che gli scorreva nelle vene e invece, tutta quella targarianeità si sarebbe sparpagliata sulla neve di Castle Black.

meme pianto

Melisandre si è chiusa la porta alle spalle dicendo, al solito, che he knew nothing, facendo trasalire le spettatrici attente.

Ghost, il metalupo, ha protetto Sam ma non Jon.

Tormund, dove minchia era?

E poi, possibile che quando il malefico ragazzino schifoso che ha ammazzato anche Ygritte lo ha convocato, uno intelligente come Jon non abbia capito immantinente che si trattava di un’imboscata?

Si chiama le cronache del ghiaccio e del fuoco. Se Jon fosse davvero morto chi seguiremmo sul ghiaccio? Elsa e Anna?

Elsa e Anna

Mettere su una picca la testa di Eddard in prima stagione è stato rivoluzionario dal punto di vista drammaturgico ma, in un certo senso, la sua morte è servita, almeno in parte, ad aumentare il mistero attorno a Jon. La sua morte, a queste condizioni, non serve a nulla se non a farci incazzare. Ovviamente i produttori, gli sceneggiatori, il cast e tutti quelli che hanno fiato per parlare sono obbligati a dire frasi criptiche tipo i morti sono morti o valar morghulis o eh già, ho tagliato i capelli.

Solo Sansone aveva motivo di essere così indissolubilmente legato ai propri capelli, nessun altro.

Quindi.

Jon non è morto. Jon, come Aurora, sta solo riposando. 

Tenteranno di bruciare il suo corpo ma falliranno. E allora capiranno chi hanno per le mani.

Arriveranno orde di principesse e si metteranno in fila per baciarlo e rimetterlo in sesto. (Neo non è forse stato riportato in vita dal bacio di Trinity?)

Arriverà quella schifosa di Melisandre che finalmente farà qualcosa di utile.

Arriverà la Fratellanza senza Vessilli e quel tizio guercio gli insegnerà l’arte della resurrezione in pochi semplici step.

Ci sarà l’ora dei lupi e degli scudi frantumati quando l’era di Jon arriverà al crollo. Ma non è questo il giorno! Quest’oggi combattiamo.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s